SMS

La pandemia da Covid-19 ha portato nuove abitudini nelle case degli italiani, anche in termini di acquisto. Sempre più famiglie prediligono la spesa online o scelgono i prodotti tra le più famose piattaforme e-commerce. Così anche i truffatori stanno spostando la loro attenzione proprio su questi utenti. Molte volte non riescono, ma quando mettono a segno il raggiro i danni possono essere ingenti per il povero malcapitato. È il caso di un SMS molto comune ed estremamente pericoloso. Tutti lo possono ricevere e per chi sta aspettando qualcosa la truffa potrebbe essere assicurata.

Vediamo insieme tutti i dettagli per riconoscerlo ed evitare di cadere nel raggiro. A volte non è facile, ma la conoscenza aiuta. Soprattutto quando si tratta di questi pericoli attuati da hacker esperti.

 

Ecco la recente truffa SMS

Paga per sbloccare il tuo pacco” o “Segui la tua spedizione qui” e anche “Personalizza la consegna a questo link“. Sono solo alcune frasi contenute in un SMS all’apparenza innocuo, ma che, facendo leva su qualcosa di importante, nasconde una truffa pericolosa.

Lo chiamano la truffa SMS del pacco. Diversi utenti ne sono caduti vittima e molti altri hanno segnalato il caso. Il problema sta proprio nel link che rimanda ad una pagina web identica per grafica e contenuto a quella dei corrieri italiani più famosi.

In alcuni casi la richiesta si ferma all’inserimento dei dati personali, che ovviamente vengono usati per scopi dubbi. In altri invece si chiede di pagare una certa somma per sbloccare il pacco essendo stato spedito in porto assegnato.

Un aspetto importante da non dimenticare è quello di non cliccare mai su link inviati tramite SMS senza capire chi sia la fonte corretta. Spesso non è come sembra perché i cybercriminali sono abili trasformisti. Una truffa si riconosce dalle parole contenute nel link e dall’effettivo url del sito.

Anche su WhatsApp si stanno diffondendo pericolosi messaggi. Addirittura uno contiene il link a un’app che promette di accedere a due mesi di Netflix gratis. Tutti i dettagli per riconoscerlo si trovano a questo link.

VIAVia