clubhouse-attacco-hacker-dati-utenti-social
Clubhouse – Photo by William Krause on Unsplash

In questi i social network sono stati protagonisti, tra le altre cose, di attacchi hacker. In realtà la situazione è un po’ diversa a seconda delle piattaforme interessate, ma il comune denominatore è la carenza di sicurezza. L’ultimo social che ha dovuto fare i conti con una violazione della sicurezza è Clubhouse anche se la società nega tutto.

Apparentemente i dati di circa 1,3 milioni di utenti di Clubhouse, alla faccia dell’esclusività, sono stati resi disponibili dopo un attacco che li ha di fatto rubati. Si sta parlando di nomi e cognomi, immagini, i nickname legati ad altri social e altre informazioni private. Detto questo, la difesa della compagnia è in linea con quella di LinkedIn.

 

Clubhousee il pseudo attacco hacker

Per chi non lo sapesse, LinkedIn sembra essere il secondo protagonista di un attacco hacker della stessa entità di quello di Facebook. I dati di oltre mezzo miliardo di account sono stati pubblicati online, ma presto si è scoperto che tali informazioni erano già quelle pubbliche e che sono solo state messe insieme da qualcuno integrando con altro preso da siti diversi. Per Clubhouse sembra essere la stessa cosa.

Tramite i proprio canali social ufficiali, Clubhouse afferma che i dati resi pubblici degli utenti sono in realtà già disponibili a tutti. In sostanza, non c’è stata nessuna violazione dei sistemi di sicurezza. L’unica cosa che resta da capire e se gli utenti erano stati informati a dovere che tali dati erano di fatto accessibili a chiunque o se pensavano che erano protetti dietro qualche barriera digitale.