Come anticipato anche qualche settimana fa, il social network Facebook sembrerebbe essere ai ferri corti con il colosso Apple, ma nelle ultime ore è stata la stessa azienda a confermare le voci.

Facebook ha conosciuto un 2020 particolarmente fortunato, a causa della pandemia di COVID-19 che ha costretto tutti noi a stare molto più in casa rispetto al solito, e di conseguenza molto più sui social, inutile negarlo. Il 2021 però potrebbe andare diversamente. Scopriamo insieme i dettagli.

 

Facebook teme il 2021 nonostante i miliardi di utenti attivi

Facebook CFO, Dave Wehner, ha dichiarato che il business pubblicitario dell’azienda potrebbe prendere un brutto colpo dalla fine del primo trimestre 2021; “ciò include l’impatto di modifiche alla piattaforma, in particolare iOS 14, così come il panorama normativo in evoluzione”, ha confermato Wehner.

A lui ha fatto eco Mark Zuckerberg, che ha criticato apertamente Apple per l’utilizzo della propria posizione dominante. Ecco la dichiarazione di Zuckerberg: “Abbiamo un sacco di concorrenti che fanno affermazioni sulla privacy che sono spesso fuorvianti. Apple ha recentemente rilasciato le cosiddette etichette nutrizionali che si concentrano in gran parte sui metadati che le app raccolgono piuttosto che sulla privacy e la sicurezza dei veri messaggi della gente.

Ma iMessage memorizza di default backup crittografati non end-to-end, a meno che non disabilitiate iCloud, quindi Apple e i governi hanno la possibilità di accedere alla maggior parte dei messaggi della gente. Quindi, quando si tratta di ciò che conta di più, proteggere i messaggi delle persone, credo che WhatsApp sia chiaramente in una posizione superiore“.