Sony, PlayStation 5, iFixit, Teardown, Digital Edition, Xbox Series X, Xbox Series S, Microsoft

Gli utenti che sono riusciti ad acquistare una PlayStation 5 possono ritenersi molto fortunati. Infatti, le scorte della console next-gen realizzata da Sony continuano a scarseggiare e riuscire a prenotarne una è questione di attimi prima che vadano tutte esaurite.

Tuttavia c’è chi è riuscito ad ottenere una console e la prima cosa che ha fatto è stata smontarla per vedere com’è fatta al suo interno. Questo è proprio il caso dei ragazzi di iFixit che hanno eseguito il loro solito teardown.

Lo smontaggio ha evidenziato alcune scelte di assemblaggio e di design interno molto funzionali. Il punteggio di riparabilità ottenuto da PlayStation 5 è di 7 punti su 10, a conferma dell’ottimo lavoro svolto da Sony.

PlayStation 5 ha un assemblaggio interno che favorisce la riparabilità

Accedere all’interno della console è estremamente facile. Le cover esterne possono essere rimosse senza dover utilizzare alcuno strumento. Inoltre, il principale vantaggio di PlayStation 5 è una diffusa modularità dei componenti. Questa scelta rende facile le riparazioni in quanto basta scollegare e sostituire solo l’elemento danneggiato o difettoso.

Per evitare il surriscaldamento, Sony ha pensato di rendere semplice anche la pulizia. Infatti è possibile utilizzare un aspirapolvere per rimuovere la polvere e migliorare l’areazione della console. Inoltre, PlayStation 5 presenta uno slot per inserire un SSD M2, quindi in futuro potrebbe essere possibile espandere la memoria interna.

Purtroppo però, alcuni elementi sono saldati alla scheda madre, rendendo più complicate le riparazioni. Inoltre sulla console sono presenti tante viti di sicurezza, che rallentano inutilmente le operazioni.

Tutto sommato però il punteggio ottenuto da PlayStation 5 è assolutamente positivo. Gli utenti più curiosi possono seguire il teardown completo sul canale ufficiale di iFixit.