Postepay: sicurezza al massimo ma troppa ingenuità, così vince la truffa

Postepay è il nome della carte più famosa in Italia, la quale durante la sua avventura è stata in grado di implementare diverse possibilità. Se inizialmente il tutto era disponibile solo su sportelli all’interno delle filiali, adesso è tutto diverso vista la grande interazione con il digitale e quindi con l’applicazione ufficiale proposta da Poste Italiane.

Purtroppo proprio l’avvento della digitalizzazione ha messo tutti gli utenti in possesso di questa carta in gravi problematiche. È infatti molto difficile distinguere tra le varie mail che arrivano quale sia quella vera e quale sia quella intenta a truffarci. Le Postepay sono infatti assediati dai tentativi di phishing, il che non significa altro che “gettare l’amo” o “andare a pesca” di utenti che abbocchino alla truffa. I più ingenui arriveranno a concedere i propri dati personali, permettendo dunque ai malviventi di svuotare il conto.

 

Postepay: i tentativi di phishing fanno sempre più paura, ecco il nuovo messaggio

Egregio Cliente di Poste Italiane,

Siamo spiacenti di informarla che abbiamo deciso di sospendere le sue operazioni sul sito delle
Poste visto che lei ha ignorato la precedente richiesta di confermare la sua identità.

Per poter riutilizzare la sua carta Postepay / Conto Bancoposta, si prega di confermare
immediatamente le informazioni rilasciate sul nostro sito al momento della sua registrazione.
La procedura può essere completata cliccando sul link sottostante, che la porterà sul nostro
sito nella sezione dedicata alle verifiche.

  • Effettuare prelievi al bancomat o su POS.
  • Effettuare ricariche, bonifici ed operazioni di PostaGiro.
  • Effettuare pagamenti online o su POS.

Ci dispiace per il disagio arrecato!

Servizio Assistenza di Poste Italiane 2018