I contagi tornano a salire in Italia, in seguito alla breve flessione registrata nel corso della giornata di ieri, a “causa” anche dell’incremento del numero di tamponi processati nel corso delle ultime 24 ore, ben 144’737.

Il bollettino odierno diffuso dal Ministero parla ufficialmente di 10’874 nuovi casi da Coronavirus in Italia (ieri erano 9338), a fronte appunto del suddetto numero di tamponi. I decessi registrati nel corso dell’ultima giornata sono 89 (ieri erano 73), con 2046 guariti. Attualmente in Italia sono positivi 142’739 individui, di questi 8’454 sono ricorsi alle cure in ospedale, mentre 870 sono in terapia intensiva, tutti gli altri in isolamento domiciliare.

Dall’inizio dell’epidemia sono 434’449 i casi di Covid-19 sul territorio italiano, di questi 36705 sono deceduti, mentre 255’005 sono guariti.

 

Contagi oggi: cosa succede nelle regioni

La situazione in Lombardia è ormai fuori controllo, motivo per il quale il governatore ha imposto il coprifuoco dalle 23, anche oggi si sono registrati 2’023 casi da Coronavirus. Al secondo posto sale il Piemonte, con una crescita di 1396, seguito a ruota dalla Campania con 1312 nuovi contagi.

Le regioni che non sono da meno sono il Lazio con una crescita di 1224, la Liguria con +907, la Toscana con +812, la Sicilia con +574, l’Emilia Romagna con +507 ed il Veneto con +490 casi.

Migliori sono le situazioni di Puglia +295, Marche +89, Provincia Autonoma di Trento +94, Friuli Venezia Giulia +131, Abruzzo +184, Sardegna +221, Umbria +194, Provincia Autonoma di Bolzano +209, Calabria +94, Valle d’Aosta +75, Basilicata +17 e Molise +26.

Per impedire la diffusione del virus in Italia, e per limitare al massimo i contagi, si raccomanda sempre distanziamento, igienizzazione e mascherine, in questo modo potremo vincere tutti insieme.