contatori

Enel Energia è rimasta vittima di una nuova e subdola truffa, purtroppo però ad essere i suoi truffatori sono una parte della sua clientela. Gran parte dei consumatori che ha attiva una tariffa targata Enel ha trovato un nuovo metodo per ingannare la nota multinazionale e sostenere un costo minore a fine mese nonostante i consumi effettuati.

Enel Energia e contatori manomessi: la truffa colpisce la multinazionale, ecco come

La Guardia di Finanza insieme alla nota multinazionale specializzata in produzione e fornitura di energia elettrica ha effettuato numerose ricerche dopo aver scoperto l’esistenza di questa nuova truffa scoprendo che la maggior parte dei truffatori provengono dalla città di Roma e dalle zone limitrofe. Il loro obiettivo è stato quello di rallentare i consumi, ma in che modo? Con l’utilizzo di un semplice strumento.

Con un semplice e a basso costo magnete, reperibile molto facilmente sul mercato, i consumatori hanno semplicemente posizionato il nuovo strumento sul proprio contatore manomettendolo e ritrovarsi con un costo minore. Inoltre Enel Energia successivamente ha scoperto alcuni contatori manomessi con delle attrezzature molto particolari che solo gli addetti della multinazionale possiedono. Dunque, alcuni di loro hanno decisamente manomesso volutamente il contatore in cambio di soldi.

Rallentando i consumi sono riusciti a sostenere dei costi minori in bolletta a fine mese falsificando i reali consumi calcolati. Una truffa che è costata cara ad Enel soprattutto perché non è stata effettuata da un solo cliente, ma da tantissime persone. La multinazionale ha assunto dei nuovi addetti per controllare i contatori dei loro clienti.