WhatsApp addioUna nuova app sta distruggendo WhatsaApp e Telegram nonostante recenti aggiornamenti che hanno ottimizzare la user experience con le rispettive piattaforme. Molti non si fidano più di questi conosciuti software dopo aver scoperto l’esistenza di Signal.

Gli utenti si affidano ora all’implementazione sicura delle chat e delle chiamate sia per mobile (Android ed iOS) che per Desktop (Windows 10, Linux e macOS). Non c’è niente di meglio che poter parlare liberamente e scambiare messaggi lontani da occhi ed orecchie indiscrete. A promuovere l’app al 100% sono personaggi del calibro di Edward Snowden – ricordato per il suo intervento in Cambridge Analytica – e Jack Dorsey, attuale CEO di Twitter. Ecco perché.

 

Signal annienta WhatsApp e Telegram: commenti degli esperti e protezione assicurata con tutte le funzioni di sempre

“Uso Signal ogni giorno” – Edward Snowden

“Mi fido di Signal perché è ben costruito, ma soprattutto per come è costruito: open source, peer review e interamente finanziato da sovvenzioni e donazioni. Un modello innovativo ed esattamente in linea con le esigenze dei cosiddetti servizi critici” – Jack Dorsey

Sono queste le affermazioni di personaggi molto in vista nel sistema IT. Il loro parere ha un certo peso e si rispecchia ora nella soddisfazione degli utenti. Si compie un importante passo in avanti nel rispetto della policy di protezione dati. Le concorrenti sono lontani anni luce. Si punta tutto sulla sicurezza incentivata dall’azione di nuovi algoritmi di protezione contro hacker, spie ed amministratori di piattaforma.

Il sistema di chiavi pubbliche e private è basato sul frame Double Ratchet che cifra tutte le discussioni prima che queste abbiano luogo. Esclude, quindi, a priori eventuali terze parti. Approccio che si potenzia con l’uso del calcolo differenziale sul modello Diffie-Hellman. Questa componente ha il compito di mescolare le cifre alfanumeriche per il confronto delle chiavi. Tutto è non intercettabile da chiunque. Cosa offre questa nuova applicazione dal punto di vista pratico?

 

Funzioni integrate in Signal

  • messaggi di testo (anche con timer di autodistruzione in chat e gruppi)
  • reazioni ai messaggi
  • scorciatoie da tastiera
  • GIF ed adesivi
  • anteprime collegamenti Internet
  • temi differenziati (chiaro e scuro)
  • chat private
  • gruppi di discussione
  • condivisione di: foto, video, messaggi, documenti, video messaggi, note audio
  • chiamate (private e di gruppo)
  • video chiamate (singole e di gruppo)
  • spunte di invio, ricezione e lettura dei messaggi