truffe enel

La notizia ha fatto il giro della nazione ed ha lasciato scontenti quasi all’unanimità tutti gli italiani. Nel mese di ottobre, è previsto un forte rincaro dei prezzi per le bollette luce. Il mercato della componente energetica, dopo i grandi ribassi dovuti all’emergenza Covid, torna ad assestarsi ai livelli dello scorso febbraio. Per i clienti di Enel, Eni e di altre compagnie è previsto un aumento sulle accise del 15,6%.

 

Enel, come tagliere i costi delle bollette nonostante gli aumenti sulle accise

Al netto di questa importante modifiche che avrà luogo a partire dal mese di Ottobre, i clienti di Enel possono sempre cercare di tagliare in qualche modo le spese legate alle bollette. Se per la componente energetica si è legati ad un vincolo di contratto ed al proprio profilo, per le spese accessorie è possibile crearsi una sorta di tesoretto al risparmio. 

Uno dei sistemi per pagare meno la propria bolletta Enel, ad esempio, è quello di informatizzare la fatturazione. In prima battuta si può scegliere di ricevere la bolletta online, attraverso il proprio indiretto di posta elettronica o di posta certificata: in questo modo si eviteranno i costi per la spedizione cartacea via posta. Inoltre, per recuperare le commissioni di un eventuale pagamento presso uffici postali, banche o altre sedi è anche possibile richiedere l’addebito diretto della fattura sul proprio conto corrente.

Altra via per risparmiare è ricordare di pagare in tempo le bollette. Enel, così come altre compagnie, applica infatti interessi di mora per chi invia il pagamento oltre la scadenza.

Bastano queste piccole accortezze per cercare di ottemperare agli aumenti di costo autunnali. Applicando questi consigli è possibile risparmiare sino a 10 euro per ogni fatturazione Enel.