agenzia delle entrateArrivano, dall’agenzia delle entrate, alcune novità in merito ai contributi a fondo perduto. Nello specifico con la circolare n.22/E datata 21 luglio 2020 si fa chiarezza su alcuni punti che avevano fatto sorgere qualche dubbio. Benché la dead line sia fissata per il 13 di agosto ce ancora tempo per la presentazione della domanda.

Nella circolare si risponde ad un dilemma che già da parecchio tempo assaliva i possessori di partita IVA iscritti alla Gestione Separata. In molti utenti si erano chiesti come comportarsi in caso di fatturato 0 sia ad aprile 2019 che ad aprile 2020 e se spettasse anche loro il contributo. La circolare dell’Agenzia delle Entrate elimina qualsiasi dubbio, a questa categoria il contributo non spetta.

Circolare Agenzia delle Entrate: ulteriori novità

Altri chiarimenti forniti dalla circolare riguardano le modalità del calcolo del fatturato in specifiche situazioni: tra queste quelle che riguardano gli agenti e i rappresentati di commercio. La circolare specifica come gli iscritti alla gestione commercianti INPS e alla fondazione Enasarco abbiano il diritto di presentare la domanda. Inoltre le indennità di fine mandato non vanno assimilate al calcolo del fatturato e dei corrispettivi ai fini della verifica della riduzione.

Novità anche per le società in liquidazione che a quanto pare possono accedere ai contributi a fondo perduto. A patto che rispettino i parametri possono presentare domanda tutte le società che hanno avviato il processo di liquidazione dopo il 31 gennaio 2020. Confermato l’accesso ai fondi anche per tutti gli abitanti dei comuni colpiti dai terremoti dell’ottobre 2016 e quello del gennaio 2017; in questo caso non è previsto alcun tipo di paletto.