Ecobonus Peugeot 2020 incentivi autoDal 1 agosto scattano i nuovi incentivi statali previsti per tutti gli utenti che decideranno di acquistare una nuova autovettura, e rottamando nel contempo anche un vecchio modello. Gli sconti, applicati direttamente sull’acquisto (quindi non forniti sottoforma di rimborso), raggiungono anche i 3’500 euro.

Il decreto rilancio, approvato proprio in questo periodo, punta principalmente a migliorare il parco auto circolante sul territorio italiano, con ciò punta quindi a favorire l’acquisto di nuovi modelli, a discapito di autovetture da rottamare. Ma come fare? e quali sono gli sconti effettivamente applicati?

 

Auto benzina, diesel e elettrico: ecco gli incentivi

La “limitazione” legata agli incentivi riguarda l’acquisto di una autovettura Euro 6 con emissioni entro i 110 g/km (se li dovesse superare non è possibile accedere agli sconti) e che il prezzo finale, IVA esclusa, sia inferiore ai 40’000 euro. Il massimo che si potrà ricevere sarà pari a 3’500 euro (composto da 1’500 euro di incentivo statale e 2’000 euro di sconto del concessionario), a patto che l’auto da rottamare abbia almeno 10 anni. Nell’eventualità in cui non si dovesse completare la rottamazione, il bonus verrà dimezzato a 1’750 euro.

Per avere un’idea delle possibilità offerte dallo Stato, facciamo qualche piccolo esempio pratico. L’acquisto di una Citroen C3, con allestimento Shine, prevede un listino di 20100 euro, con rottamazione la si pagherebbe soltanto 16’600 euro; stesso discorso per la richiestissima Opel Corsa, partendo da un listino di 15’350 euro, grazie agli incentivi potrebbe diventare vostra con soli 11’850 euro.

Le possibili combinazioni sono tantissime, ricordate solamente che per godere del bonus da 3’500 euro dovrete sempre rottamare un’autovettura di almeno 10 anni.