truffa-contatori-con-magnete

Contraffare i contatori è diventata un’operazione sempre più comune in tutta Italia. Nonostante questa modalità di truffa sia rinomata e sia presente nel bel Paese da diversi anni, ultimamente i casi di arresto o di persone colte in flagranti sono aumentati a dismisura. Con l’attraversamento del lockdown, infatti, la necessità di ridurre i costi e le bollette è accresciuta a dismisura in moltissime famiglie portando quest’ultimi a ricorrere persino a metodi illegali per poter tirare la corda più a lungo.

Contatori contraffatti: nel corso del tempo accorgersene è diventato sempre più semplice per le società erogatrici

Utilizzare i magneti è diventato il metodo più veloce ed effettivo per svolgere la contraffazione dei contatori, ciononostante la diminuzione improvvisa dei flussi è diventato, allo stesso tempo, un campanello d’allarme per le società erogatrici che subito notano il cambio di rotta allarmando le forze dell’ordine.

Proprio attraverso questo iter, negli ultimi tempi, i cittadini impegnati ad abbassare i costi illegalmente sono stati colti in flagrante portando gli stessi ad affrontare sanzioni pesanti e ripercussioni penali non indifferenti.

Risparmiare in bolletta agendo illecitamente non è dunque la soluzione ideale, neanche nei casi più disperati. A tal proposito, dunque, risultano vitali i nuovi piani messi a disposizione dalle società erogatrici delle utenze, i quali prevedono sconti attraverso l’addebito diretto in conto corrente o, ancora, la possibilità di ricevere ogni giorno tot di energia gratuita, la quale non andrà a gravare sui costi mensili. Per maggiori informazioni in merito a questa ultima possibilità vi lasciamo un articolo dettagliato.