bollo autoBollo auto canone Rai sono le due tasse che hanno a tutti gli effetti diviso l’Italia, da una parte si trovavano gli utenti pronti a credere alla loro abolizione, dall’altra invece ecco arrivare chi invece era più scettico, e purtroppo si è rivelato alla fine avere perfettamente ragione.

Ogni giorno in rete veniamo bersagliati da decine e decine di segnalazioni sensazionalistiche, pronte a raccontare di fatti a cui pochi di noi potrebbero effettivamente credere, data l’enorme scoop. Purtroppo, nonostante tutto, sono sempre innumerevoli i consumatori che ancora oggi non verificano le fonti e diffondono sul web, inconsapevolmente, vere e proprie fake news.

E’ questo il caso della possibile abolizione di bollo auto canone Rai, una notizia circolata ad inizio 2020 ed in grado di risvegliare l’animo patriottico e speranzoso di milioni di contribuenti sul suolo italiano. In pochissime settimane, infatti, si sono susseguiti messaggi di speranza e di apprezzamento verso una decisione del Governo che sarebbe dovuta davvero essere storica, peccato però fosse falsa.

 

Bollo Auto e Canone Rai: attenzione alle fake news

Il risveglio è stato traumatico, il Governo, presa conoscenza della diffusione della notizia, ha prontamente commentato sottolineando come non fosse stata presa in considerazione una simile eventualità.

Era palese e facilmente attendibile, sopratutto se l’utente che ha creduto alla notizia avesse guardato un solo telegiornale. Il debito pubblico italiano è alle stelle, il rischio ancora prima del Covid-19 era di assistere ad un aumento dell’IVA o a sanzioni da parte dell’Unione Europea, come pensare di poter ridurre le imposte, rinunciando a 7,5 miliardi di introiti?