assaggiare-cibi-tramite-smartphone

L’innovazione tecnologica degli smartphone ci permette di vedere immagini sempre più belle. I colori, i dettagli, i contrasti degni della natura che ci circonda e che ci permette di ammirare tutto quello che l’uomo ha fatto senza muoversi. Detto questo, quali altri sensi possono essere stimolato tramite uno smartphone, o in generale un display? Il gusto.

Come tutto questo? Grazie al sintetizzatore Norimaki, un gadget particolare sviluppato dal ricercatore Homei Miyashita. Sembra qualcosa di alquanto particolare, ma in realtà spiegarlo è molto semplice. Si tratterebbe di un display, o comunque di un gadget, leccabile. Nel momento che lo si fa, le papille gustative vengono sollecitate da dei gas.

Il cosiddetto display del gusto è dotato di alcuni tubi che al interno sono contenuti dei gel fatti di agar. Il loro scopo è stimolare il senso del gusto, nello specifico dolce, salato, acido, amaro e umami. Ovviamente, va detto, il risultato finale non sarà uguale a una degustazione indiretta, ma potrebbe aprire nuove frontiere.

 

Assaggiare cibi tramite smartphone

A seconda del cibo che si vuole provare, la miscela dei gas che verrà liberata sulle papille gustative sarà diverse. Il dispositivo cercherà di mimare alla perfezione il cibo che si vuole provare, ma ovviamente il suddetto deve essere supportato dal dispositivo. In sostanza, deve sapere cosa deve cercare di far provare, se una pizza Margherita o un onigiri al salmone. Lo stato di sviluppo di questo dispositivo non è noto, ma, come detto, la sua applicazione potrebbe aprire un’infinità di nuove stra di degustazione o di anteprime per i ristoranti.