Whatsapp ban account

WhatsApp ha assunto un importanza ancora maggiore rispetto al passato durante questi giorni scanditi dall’emergenza sanitaria per il Coronavirus. Con le regole per il distanziamento sociale ed il lockdown in ogni angolo del mondo, la piattaforma di messaggistica è diventata una piazza virtuale attraverso cui incontrare amici, parenti e conoscenti.

 

WhatsApp, il ban è dietro l’angolo per gli utenti con le nuove regole

Purtroppo la popolarità di WhatsApp è stata un toccasana anche per tutti i cybercriminali che si nascondono in rete. Proprio in queste settimane sono aumentante le minacce più o meno pericolose verso la privacy e la sicurezza degli utenti.

Il team di sviluppo di WhatsApp è stato sempre in prima linea per evitare ogni genere di problema. Il pugno duro, mai come in passato, è stato una certezza: in pochi giorni da WhatsApp sono stati bannati migliaia di account.

L’attenzione maggiore degli sviluppatori è rivolta verso tutti i divulgatori seriali di fake news sul Coronavirus. Anche in associazione con le task force dei vari paesi, il team della chat sta eliminando dal servizio tutti coloro che diffondono con dolo i famosi messaggi fasulli.

Il rischio di essere bannati dal servizio è sempre più alto anche per tutti coloro che si impegnano quotidianamente nel condividere messaggi spam. Oltre ai ban, a questo problema WhatsApp ha risposto anche con una nuova funzione per la condivisone multipla dei messaggi.

Per garantire il massimi livello di sicurezza agli utenti, infine, la chat ha bloccato e bloccherà in maniera preventiva tutti coloro che invieranno file infetti come virus o malware attraverso le conversazioni.