mascherine-migliori-grafene

A causa della emergenza sanitaria che ha invaso il nostro paese, difendersi dal Covid-19 per evitarne il contagio è diventata la priorità di ognuno di noi. Ad oggi, infatti, la paura è molto alta e, nonostante il trend sia in evidente calo, purtroppo i casi di Coronavirus restano ancora numerosi. Nelle ultime settimane, quindi, è scoppiata in tutta Italia la corsa alla ricerca delle mascherine che, purtroppo, sembrano scarseggiare ovunque. Tutto ciò ha quindi fatto lievitare estremamente il costo delle singole che da pochi centesimi sono arrivate a costare anche 10 euro e più.

Come ben sappiamo, quindi, ad oggi sul mercato sono disponibili diversi tipi di mascherine che, in base alla loro classificazione, filtrano in maniera diversa le particelle. Quali sono quindi le migliori? Scopriamolo di seguito.

Mascherine: a quanto pare le migliori non sono sul mercato

Secondo quanto affermato da esperti del settore, ad oggi le migliori mascherine per combattere il Coronavirus non sono ancora arrivate sul mercato, proprio a causa dei blocchi imposti dall’emergenza sanitaria. Anche se può sembrare un paradosso, queste mascherine di cui vi stiamo parlando risultano essere ancor più efficaci delle ffp2 e ffp3 poiché sono prodotte con due elementi particolari: il filtro in grafene e le cariche elettriche.

Per quanto riguarda il grafene, quest’ultimo è considerato un vero e proprio antibatterico naturale. Contro il virus, invece, la maggiore forza è data da un laser che scansiona la parte spugnosa della mascherina e fulmina tutte le particelle attraverso scariche elettriche. Denominata Guardian G-Volt, questo genere di mascherina risulta essere ancora inedito in Italia.