fiscoL’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus ha destabilizzato tantissimi settori economici soprattutto perché tutti si sono impegnati nell’adeguarsi alle nuove direttive introdotte l’11 Marzo. Lavoratori, studenti, imprenditori, pensionati, casalinghe, aziende ed enti pubblici continuano a seguire le nuove direttive cercando di non uscire di casa per limitare la diffusione del virus.

Anche le classiche mansioni quotidiane svolte dall’Agenzia delle Entrate sono bloccate come, ad esempio, i controlli fiscali e le attività di liquidità e accertamento.

Controlli fiscali sospesi: ecco le ultime comunicazioni rilasciate

Con le ultime direttive introdotte per deviare la pandemia mondiale il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, ha comunicato le ultime decisioni prese. In particolare, molte lavorazioni sono state sospese e fra le tante troviamo: il controllo, la liquidazione, le verifiche, l’ispezione, gli accessi e la riscossione del contenzioso (eccetto le scadenze imminenti).

A trovarsi nella stessa situazione è la Guardia di Finanza perché si è trovata costretta a sospendere i lavori per adeguarsi alle nuove direttive. A quanto pare, attualmente sono sospesi diversi compiti tra cui i controlli fiscali. Purtroppo, con la grave crisi medica attuale hanno deciso di sospendere i controlli e le verifiche eccetto i casi ritenuti urgenti e indifferibili.

Si tratta di una scelta importante e necessaria per evitare la diffusione del COVID -19, ma è bene essere consapevoli che i controlli sono sospesi solo temporaneamente. L’obiettivo principale è quello di garantire una certa liquidità alle imprese e trasmettere un clima di fiducia per agevolare tutti i mercati, i lavoratori e gli imprenditori.