unione-europea-apple-iphone

Apple ha sempre proseguito per la sua strada in molti aspetti. Uno di questi è il connettore Lightning, l’unica porta degli iPhone che regna sovrana dal 2012. In molti hanno sperato nel passaggio a una normale porta USB, soprattutto ora che c’è l’universale Type C. Niente da fare. Ogni volta che sei fuori casa senza filo dovrai arrangiarti perché puntualmente nessun tuo amico ha un iPhone. L’Unione Europea vorrebbe obbligare il colosso statunitense ad adattarsi al resto del mondo.

Sembrerebbe che i legislatori europei siano attualmente impegnati a discutere, tra i tanti altri argomenti, a persuadere Apple da iniziare a proporre dispositivi dotati di questa presa piuttosto che da quella Lightning. Il loro punto di vista ovviamente non si basa sulla comodità, ma su una questione di sprechi. Usare una porta standardizzata andrebbe a ridurre rischi e aumenterebbe la convenienza.

 

Apple contro l’Unione Europea

Il voto in merito a questa questione dovrebbe arrivare durante la prossima sessione parlamentare. CI sono diverse opzioni in realtà. I suddetti legislatori vorrebbe unire tutte le compagnie produttrici di smartphone, ma anche di tablet, sotto un’unica porta universale. Far passare Apple alla comune USB-C è sicuramente l’opzione più probabile, ma sul piatto ci sono altre opzioni.

Potrebbe da un lato obbligare le altre compagnie ad adattarsi ad Apple e introdurre il connettore Lightning. Ipotesi la cui probabilità di riuscita è praticamente zero. La terza invece riguarda l’obbligo di introduzione per tutti della micro-USB legacy, già più probabile del passaggio di tutto alla Lightning. Staremo a vedere tra non molto cosa verrà deciso.