wind

Con l’arrivo del nuovo anno si configurano importanti novità in casa Wind. Nelle giornate scorse vi abbiamo mostrato tutti i cambiamenti del gestore arancione per quanto concerne le operazioni di ricarica del credito. L’operatore ha infatti deciso di eliminare i tagli di ricarica minimi per quanto concerne le cosiddette stretch card.

Sempre dal 2020, gli utenti per ricaricare possono utilizzare le nuove Ricariche Special, già finite però sotto la lente d’ingrandimento dell’AGCOM.

 

Wind, un piccolo costo extra per chi ricarica in ritardo

Non sono questi però gli unici cambiamenti di Wind per quanto concerne il credito residuo. Da alcune settimane, infatti, sono entrate in vigore ulteriori modifiche unilaterali dei contratti.

Wind propone una novità importante a tutto il suo pubblico: gli utenti potranno navigare, chiamate ed inviare SMS anche a credito pari a zero per un massimo di tre giorni. Al rinnovo della promozione ricaricabile, quindi, i consumi non si bloccano ma bensì diventano illimitati.

L’utilizzo dei servizi legati alla telefonia a credito scaduto però ha un costo. Se al momento del rinnovo della promozione non vi è abbastanza credito per effettuare il rinnovo, i clienti riceveranno Giga, minuti e messaggi illimitati per un giorno, previa pagamento di una piccola sovrattassa pari a 0,99 euro. 

I consumi illimitati saranno garantiti anche nei due giorni successivi al primo, sempre al costo extra di 0,99 euro. Gli abbonati, quindi, potranno accumulare un debito massimo di 1,98 euro per continuare ad utilizzare i servizi di rete anche a credito esaurito. Il debito poi detratto in automatico da Wind alla prima ricarica utile.