wind

Ci sono state importanti novità in questo fine anno per quanto concerne i clienti di Wind. Da tempo oramai vi stiamo raccontando delle modifiche del gestore arancione per quanto concerne le operazioni di ricarica. Sul mercato sono state oramai introdotte le nuove Ricariche Special al posto delle vecchie stretch card. I cambiamenti in questione riguardano i tagli minimi di ricarica, da 5 e da 10 euro.

 

Wind, come continuare ad operare anche a credito esaurito

Non c’è stata però soltanto la modifica delle Ricariche Special a tenere banco. Il gestore arancione ha delle ulteriori cambiamenti legati sempre al credito residuo. In linea alle nuove normative già sperimentate da TIM e Vodafone, anche Wind ha deciso di modificare le condizioni di quei clienti che ricaricano la linea oltre i tempi di rinnovo della promozione.

La novità vera sta nel fatto che tutti i clienti possono continuare ad operare anche a scadenza della promozione, quando il credito è pari a zero. Ogni utente di Wind potrà chiamare e navigare senza limiti nelle 24 ore successive alla scadenza della promozione.Per poter operare però sarà detratto un costo extra di 0,99 centesimi alla successiva operazione di ricarica.

In caso di mancata ricarica dopo 24 ore, si avranno altri due giorni di consumi no limits sempre a 0,99 euro. Al terzo giorno senza ricarica i consumi si bloccano. Il debito massimo è quindi di 1,98 euro. 

La sovrattassa per i consumi illimitati sarà detratta ad ogni ricarica successiva. La modifica in questione di Wind è entrata in vigore in questo mese di dicembre.