i tentativi di frode onlineI tentativi di frode che circolano online tramite email ed SMS su Tim, Wind, Tre e Vodafone sono ancora numerosi e la maggior parte si presenta attraverso comunicazioni ben fatte che possono causare danni da non sottovalutare. I cyber-criminali, infatti, mirano a carpire informazioni sensibili dalle quali trarre profitti in modo illecito, ma non solo. In alcuni casi è possibile riscontrare la richiesta di fornire i dati che consentono di accedere direttamente alle carte di credito o ai conti correnti. Evitare la truffa è comunque possibile e a tal fine è opportuno prestare la giusta attenzione durante la lettura delle email e degli SMS ricevuti; e verificare la presenza degli strumenti utilizzati dai malfattori per compiere l’inganno, quindi link o file allegati.

Tentativi di frode online: i cyber-criminali diffondono ancora email ed SMS fittizi!

Procedere con molta attenzione durante la lettura di email ed SMS su Tim, Wind, Tre e Vodafone può salvare dati e denaro; spesso messi a rischio da cyber-criminali soliti diffondere comunicazioni fraudolente. Identificando la natura del messaggio ricevuto, infatti, è possibile prevenire vere e proprie truffe online che si presentano attraverso espedienti sempre vari che, nonostante le differenti informazioni riportate, contengono strumenti sempre uguali che danno la possibilità di riconoscere i tentativi di frode. 

La presenza di link o file allegati, ad esempio, funge da campanello d’allarme. I malfattori procedono con la truffa solo grazie a questi strumenti. I link, infatti, inviano le vittime in pagine fraudolente in grado di trafugare le informazioni; i file, invece, danneggiano i loro dispositivi in modo da ottenerne il controllo e raggiungere i dati personali.

Quasi tutti i tentativi di frode di questo tipo, inoltre, esortano gli utenti ad utilizzare proprio quei link o file contenuti nel messaggio allo scopo di aggiornare credenziali o inserire dati; giustificando la richiesta con comunicazioni che non lasciano indifferenti le potenziali vittime.

Sfuggire a questi inganni fortunatamente non richiede particolari procedimenti, infatti è opportuno limitarsi ad eliminare la mail o l’SMS su Tim, Wind, Tre e Vodafone ricevuto, ignorando quanto riportato e, soprattutto, non fornendo i dati richiesti.