Nel 2004, Motorola ha presentato l’originale Razr. Due anni dopo aveva venduto 50 milioni di unità e trasformato la divisione mobilità di Motorola in un produttore di denaro. Ora il Razr è rinato.

Come l’originale, è un dispositivo innovativo. Il nuovo Razr è il primo smartphone pieghevole al mondo che non si sviluppa lungo il suo asse verticale per trasformarsi in tablet. Invece, il Razr si piega lungo l’asse orizzontale, proprio come l’iconica pinna di Motorola.

Quando è chiuso, il Razr si adatta perfettamente al palmo della tua mano. C’è un display OLED da 800 x 600 da 2,7 pollici che ti consente di interagire con le notifiche ed eseguire altre azioni rapide come saltare le canzoni nella playlist. La fotocamera da 16 megapixel di Razr si trova proprio sotto.

Spiega il telefono e sperimenterai il suo esclusivo design a cerniera. È il risultato di una collaborazione con Lenovo e i primi rapporti pratici dicono che aiuta Razr a evitare alcuni degli errori commessi da altri dispositivi come Galaxy Fold o Huawei Mate X.

Motorola: le caratteristiche del nuovo Razr

Una volta aperto, il display interno di Razr 2142 x 876 si estende per 6,2 pollici. Il Razr vanta anche 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. C’è una fotocamera frontale da 5 MP e l’inconfondibile mento del telefono ospita un lettore di impronte digitali.

Per cominciare, hanno optato per un processore Snapdragon 710. È un chip capace, certo, ma non è alla pari con lo Snapdragon 855 che alimenta le ammiraglie di oggi.

Anche la fotocamera da 16 MP è buona, ma non competerà con lo sparatutto nel Pixel 4 o Galaxy S10. Quando stai pagando quello che Motorola chiede per il nuovo Razr – $ 1499 – potresti aspettarti un hardware di fascia alta.

Poi di nuovo, se torni alla Razr originale, era inizialmente commercializzato più per il suo aspetto distintivo. Più tardi, quando Motorola fu in grado di abbassare il prezzo, la società ebbe un enorme successo nelle sue mani. Forse questa è la strategia anche questa volta. Nel frattempo, ecco alcuni altri telefoni Android in arrivo da considerare.