Con gli ultimi progressi del nostro gruppo di ricerca nella scienza della comprensione del linguaggio, reso possibile dall’apprendimento automatico, stiamo facendo un miglioramento significativo nel modo in cui comprendiamo le domande, rappresentando il più grande passo avanti negli ultimi cinque anni e uno dei il più grande passo avanti nella storia della ricerca ”, ha scritto il vicepresidente della ricerca Pandu Nayak in un post sul blog.

Google sta usando il suo BERT, la sua tecnica basata sulla rete neurale per il pre-training sull’elaborazione del linguaggio naturale, per riconoscere meglio l’intento alla base delle ricerche.

Mentre negli anni abbiamo continuato a migliorare le nostre capacità di comprensione della lingua, a volte non riusciamo ancora a farlo bene, in particolare con query complesse o conversazionali“, ha affermato Nayak.

L’inchiesta “il viaggiatore brasiliano 2019 negli Stati Uniti ha bisogno di un visto”, ad esempio, riguarda ovviamente un brasiliano in viaggio negli Stati Uniti.

Ciò potrebbe non essere così ovvio, tuttavia, per un computer, che in precedenza non avrebbe compreso l’importanza della parola “to” e la sua relazione con il resto della frase.

Con BERT, tuttavia, Search è in grado di cogliere questa sfumatura e fornire informazioni più pertinenti.

In un altro esempio – “gli estetisti stanno molto al lavoro” – BERT comprende che “stare in piedi” è correlato al concetto delle esigenze fisiche di un lavoro e mostra risultati più utili.

Google spera di applicare eventualmente il BERT di lingua inglese alle ricerche in tutto il mondo.

Indipendentemente da ciò che stai cercando, o dalla lingua che parli, speriamo che tu sia in grado di lasciar andare alcune delle tue parole-parole [stringhe di parole che la gente pensa che Google capirà] e cercare in un modo naturale a te “, ha detto Nayak. “Ma di tanto in tanto sconcerterai Google. Anche con BERT, non sempre capiamo bene.

Prova a cercare “quale stato è a sud del Nebraska” e la migliore ipotesi dell’IA è una comunità chiamata “Nebraska meridionale”.

La comprensione della lingua rimane una sfida continua e ci mantiene motivati ​​a continuare a migliorare la ricerca”, ha continuato Nayak. “Stiamo sempre migliorando e lavorando per trovare il significato in — e le informazioni più utili per — ogni query che invii sulla nostra strada.