4G-falla

 

Gli utenti che utilizzano la rete dati 4G LTE potrebbero veder compromessa la loro privacy a causa di una falla nel protocollo di sicurezza della connessione individuata dagli esperti. Certo, parliamo in misura ipotetica, tuttavia non è escluso un eventuale attacco da parte dei cyber criminali.

La notizia ci viene fornita da un team di scienziati che studia la rete a fondo per scandagliare i problemi e risolverli. Purtroppo sembra che tale problematica sia senza soluzione da parte degli sviluppatori e che l’unico modo per risolvere il problema sia quello di passare alla rete 5G. La falla infatti, ha attaccato l’interno della connessione e questo potrebbe minare la privacy degli utenti. Vediamo come.

Falla 4G: c’è un serio pericolo o è solo allarmismo?

Non è la falla a preoccupare, quanto la possibilità di un eventuale attacco da parte dei cyber criminali. In realtà si, ci potrebbe essere il problema, ma in verità non c’è da temere per una simile truffa. Di fatto, gli hacker necessiterebbero di una strumentazione decisamente molto costosa e competenze ben specifiche, al di sopra della media. Bisognerebbe essere molto vicini alla persona a cui si intende effettuare la frode e farla connettere ad una finta cella 4G. Un meccanismo non proprio di facile riuscita, fortunatamente.

L’attacco hacker ha comunque un nome e si definisce “aLTEr Attack” e la vittima con tale frode, perderebbe il controllo dello smartphone, con un reale accesso per la criminale ai dati personali e sensibili della vittima. Dai messaggi SMS, Whatsapp, Telegram, alle chiamate telefoniche, ai contenuti multimediali, alle posizioni GPS.