La nota azienda telefonica Samsung ha recentemente annunciato un nuovo obiettivo da raggiungere: lanciare il Galaxy S10 nella stratosfera in modo da offrire alle persone l’opportunità di lanciare il proprio volto nello spazio.

SpaceSelfie è un nuovo e potenziale standard per la tecnologia mobile. Benjamin Braun, Chief Marketing Officier di Samsung Europe, afferma: “Per celebrare le cose straordinarie che gli schermi targati Samsung consentono di realizzare, abbiamo deciso di portare i selfie degli utenti a un livello più alto e offrire alle persone la possibilità di far arrivare il loro volto nello spazio. Ci impegniamo costantemente e duramente per spingere sempre più avanti i confini di ciò che è possibile. Con Space Selfie dimostreremo che la tecnologia Samsung continua a consentire di realizzare cose straordinarie, anche nello spazio”.

Ecco come ha intenzione di raggiungere il suo obiettivo la Samsung

Il Samsung Galaxy S10 sarà posizionato su un alloggiamento che sarà trasportato da una rampa di lancio in South Dakota negli Stati Uniti, con la quale verrà sollevato un pallone aerostatico a superpressione; tale pallone aerostatico vanta delle dimensioni pari a 10,5 metri per 19 metri (quanto metà campo da basket per intenderci) e il Galaxy S10 riuscirà a raggiungere una quota di 19.700 metri.

L’azienda telefonica ha progettato questo carico in modo dettagliato per offrire una qualità della foto più alta possibile; le persone interessate, devono soltanto scattarsi un selfie e inviarlo al sito web Mission Control.

Samsung ha pensato in grande ma ad ogni piccolo dettaglio; difatti, ha creato uno smartphone molto robusto capace di resistere alla pressione e alle condizioni ostili presenti al limite dell’atmosfera terrestre.
Nei vari test effettuati, Galaxy S10 resiste a temperature fino a -65° evitando la formazione di condensa e altre rotture; in questo modo, Samsung da’ l’opportunità alle persone di scattare una foto del loro volto e lanciarlo nello spazio.