Sempre più clienti si abbonano ai servizi di streaming online. Le nuove frontiere dell’intrattenimento, infatti, stanno raccogliendo sempre più consensi in ogni parte del mondo, perché costituiscono un servizio semplice da utilizzare, di facile accesso e soprattutto a basso costo rispetto ad altre soluzioni (come la tv satellitare, ad esempio).

Netflix, che ad aprile del 2018 aveva raggiunto 125 milioni di utenti, sicuramente sarà cresciuta ulteriormente in questo periodo, date le dichiarazioni ottimistiche dei dirigenti. Un altro dato che può far pensare ad una forte crescita è senza dubbio l’aumento del numero di produzioni originali targate Netflix, apprezzate da moltissimi clienti e seguite talvolta con un accanimento maniacale dai series addicted.

Spotify è un servizio leggermente diverso, dal momento che offre un piano gratuito che però presenta forti limitazioni nell’utilizzo, e pertanto molti clienti scelgono di fare l’upgrade alla soluzione più completa a pagamento. Skip illimitati, zero pubblicità e ascolto offline sono le principali caratteristiche del piano Premium.

Ma per chi volesse risparmiare ulteriormente, esiste una soluzione molto economica ed efficace per abbassare notevolmente i costi dell’abbonamento ai due servizi.

Netflix e Spotify: ecco il modo di risparmiare ulteriormente sull’abbonamento

Il metodo più utilizzato è senza dubbio la condivisione dell’account con i propri familiari o amici. Questo assicura di usufruire del massimo dei servizi ad un basso costo. Per chi non avesse però nessun conoscente interessato allo sharing, esiste una soluzione che vi illustriamo più avanti.

Leggi anche:  Netflix diventa Gratis: in arrivo di nuovo il mese di prova gratuito

Per quanto riguarda Spotify, è disponibile un abbonamento permette di condividere un account con 6 persone differenti, con un costo pari a 15 euro mensili, che pertanto corrispondono a 2,50 euro per ogni persona.

L’offerta Netflix per i propri utenti si articola in tre possibilità, a seconda di quante persone possano accedere allo streaming. Il piano Base prevede la fruizione da parte di un solo spettatore, e ha il costo di 7.99 euro.

Il piano Standard, che consente la visione a due spettatori, va a costare a testa 6 euro, perché il costo di questa opzione corrisponde, dopo gli aumenti apportati, a 11.99 euro. Infine c’è il piano Premium, che consente la visione da parte di altri 3 account oltre a quello del proprietario (quindi 4 utenti totali), al costo complessivo aggiornato di 15.99 euro, che si divide in 4 euro per persona.

Come dicevamo prima, però, non sempre è possibile trovare amici o parenti con cui condividere l’abbonamento. Fortunatamente in Italia un gruppo di giovani ha ideato una startup, TogetherPrice, piattaforma (anche in versione app) che consente di trovare virtualmente altre persone interessate a condividere il proprio abbonamento – in questo caso per Netflix e Spotify  così da formare piccoli gruppi di gestione attraverso un unico intestatario.