wind tre 5G

La notizia di pochi giorni fa è ancora molto fresca per comprenderne la reale portata commerciale: ma siamo sicuri che Wind Tre e Fastweb daranno una forte spinta allo sviluppo del 5G. Il loro accordo decennale sarà certamente molto fruttuoso per entrambe e darà modo di creare una sorta di duopolio con Vodafone e TIM.

Come si è già appreso dai comunicati stampa, l’accordo prevede uno sforzo congiunto sul 5G ma due aziende completamente indipendenti al di fuori del progetto. La rete mobile di quinta generazione sarà gestita da Wind Tre, mentre Fastweb garantirà ai clienti 3 e Infostrada l’accesso alla fibra FTTH (Fiber-to-the-Home) e FTTC (Fiber-to-the-Cabinet) su rete fissa. L’obiettivo dichiarato di entrambe sarà una copertura nazionale al 90% entro il 2026.

 

Fastweb si allea con Wind Tre per la rete 5G

La durata dell’accordo sarà estesa a 10 anni, ma ora c’è da attendere che l’Antitrust italiano dia il via libera non prima di aver analizzato il cambio di equilibri commerciali del settore.

Leggi anche:  Down operatori telefonici: disservizi ai clienti Tim, Wind, 3 e Vodafone

Inoltre resta da capire se la partnership tra Wind Tre e Fastweb modificherà in qualche modo i piani esposti a marzo dall’AD Jeffrey Hedberg di Wind, il quale evidenziò che entro il 2020 la rete dovrebbe essere pronta, ma che un assaggio di 5G si poteva avere già entro quest’anno.

Come sappiamo da tempo, la sperimentazione più avanzata di Wind Tre sul 5G è avvenuta nelle città di Prato e L’Aquila, pertanto supponiamo che saranno i primi punti dove verranno accese definitivamente le antenne di nuova generazione.

Il 5G inoltre fa contenti anche i produttori di smartphone, visto che i vecchi cellulari non sono compatibili con la nuova rete mobile.