tim wind tre vodafone call center truffe frodi

Ricevere delle chiamate dai Call Center è molto facile e comune: ogni giorno migliaia di italiani vengono contattati dagli operatori di tutta italia in merito a nuove offerte. Nonostante ciò, tra queste diverse telefonate, rinomate volte partono anche dei tentativi di truffe molti pericolosi e persino comuni.
Troppe volte, nel corso del tempo, abbiamo sentito parlare di soggetti rimasti vittime di giochetti di parole o condizioni non dichiarate in maniera comprensibile, proprio per questo motivo oggi ve ne illustriamo una tra le varianti.

Il Modem gratuito diventa a pagamento in bolletta: ecco l’ennesime truffe telefoniche

Il funzionamento delle truffe messe in atto dai Call center di Tim, Wind, Tre e Vodafone, dunque, è sempre lo stesso. I dipendenti dei call center cercano di non farci capire nulla parlando velocemente e facendo enormi giri di parole. In questo modo riescono a farci credere ciò che vogliono e ci spingono ad attivare nuove offerte con tariffe diverse da quelle proposte telefonicamente.

Leggi anche:  Truffe TIM, Vodafone e Wind: come i clienti vengono colpiti dai call center

Una delle truffe più comuni riscontrate, ad esempio, riguarda i Modem. Spesso infatti ci viene fatto credere che questi dispositivi di rete siano gratuiti e compresi nelle offerte ma, a fine mese, ci ritroviamo a pagarli profumatamente in bolletta.

Per evitare quindi di essere truffati, ecco di seguito alcuni consigli da seguire :

  • contattare personalmente i Call center ufficiali degli operatori oppure utilizzare le chat dedicate sui social;
  • consultare i siti web degli operatori come Tim, Wind, Tre e Vodafone per scoprire le tariffe originali;
  • buon senso, se l’offerta è troppo vantaggiosa, molto probabilmente potrebbe trattarsi di una truffa.

Ricordiamo inoltre che ad effettuare le truffe non sono gli operatori telefonici stessi ma, bensì, i dipendenti dei Call center che lavorano per questi ultimi.