rimodulazioni chi è il peggiore

Se siete vittime delle solite rimodulazioni della vostra offerta telefonica mobile, sappiate che a volte gli aumenti sono dovuti agli investimenti per il miglioramento della linea (come per il 5G) o a causa di una faida tra operatori.

Ma quale operatore ha rimodulato più volte le proprie offerte mobili dal 2018 a oggi? E quale invece è il più “magnanimo” con i propri clienti? Andiamo a scoprirlo analizzando i più recenti aumenti, non dimenticandoci che a volte le rimodulazioni sono anche positive.

Rimodulazioni tariffe: partiamo da TIM

Partiamo da TIM, poiché l’operatore italiano sta propinando ad alcuni clienti un aumento di 1,99 euro al mese a partire dal primo rinnovo successivo al 12 giugno 2019. Di seguito vi elenchiamo schematicamente tutti balzelli di TIM subiti dai clienti:

  • 2018
    • marzo 2018: IperGiga Go raggiunge i 10,86 euro in cambio 2,6 GB in più
    • maggio 2018: da luglio 2,50 euro di aumento per TIM Smart
  • 2019
    • febbraio 2019: aumenti da 0,99 a 1,99 euro al mese per diverse offerte
    • marzo 2019: con TIM Sempre Connesso 0,90 euro al giorno con credito esaurito
    • aprile 2019: aumento 1,99 euro al mese per alcune ricaricabili
    • maggio 2019: tariffe base verso UE più convenienti
    • maggio 2019: aumento 1,99 euro al mese dal 12 giugno per alcune offerte

Rimodulazioni tariffe: Vodafone

Vodafone non da certo molte rassicurazioni ai suoi clienti riguardo agli aumenti, poiché è vasta la scelta delle sue offerte ma lo è altrettanto nelle rimodulazioni.

  • 2018
    • aprile 2018: aumenti tra 0,69 e 1,49 euro al mese per alcune offerte
    • maggio 2018: 3 euro al mese in più per alcune offerte
    • giugno 2018: piccola rimodulazione positiva per alcune offerte
    • luglio 2018: aumenti fino a 4 euro al mese per alcune offerte
    • luglio 2018: 1,99 euro in più in cambio di chiamate senza limiti
  • 2019
    • aprile 2019: 0,99 euro addebitati in caso di rinnovo con credito insufficiente
    • maggio 2019: dal 15 luglio avremo 1,98 euro al mese per alcune offerte
Leggi anche:  Fastweb Mobile: rimodulazioni a partire dal prossimo 21 ottobre 2019

Le rimodulazioni di Wind

Anche Wind non è esente da rimodulazioni e vi segnaliamo le seguente:

  • 2018
    • giugno 2018: da luglio aumenti di 2 euro al mese per alcune offerte
    • settembre 2018: rimodulazione positiva con 10 GB in più su All Inclusive
    • novembre 2018: il prezzo di alcune All Inclusive scende di 1 centesimo
  • 2019
    • maggio 2019: 2 euro al mese in più per alcune offerte Wind Smart
    • maggio 2019: da giugno aumenti da 0,99 o 1,49 euro al mese per alcune offerte
    • maggio 2019: 0,99 euro addebitati con rinnovo offerta con credito insufficiente

Infine, gli aumenti di Tre Italia

Anche i clienti Tre hanno subito qualche rimodulazione negli anni, ma sembra che nel periodo indicato siano stati i più fortunati.

  • 2018
    • marzo 2018: rimodulazione del piano a consumo POWER29
    • giugno 2018: le offerte ALL-IN Start aumentano di 3 euro al mese aggiungendo GB
  • 2019
    • maggio 2019: da giugno le offerte Super Internet costeranno 2 euro al mese in più

Altri: Iliad e gli Operatori Virtuali

Iliad non mette in pratica alcuna rimodulazione, poiché da quando è arrivato sul mercato telefonico italiano ha puntato molto sulla sua immagine di operatore trasparente e privo di sorprese. Discorso simile per gli operatori virtuali che, sebbene non estranei a rimodulazioni tariffarie, in tempi recenti abbiamo assistito solamente a miglioramenti per i clienti.