IPTV: servizio chiuso e multe salatissime agli utenti TIM, Wind, Iliad e Vodafone

Quando un utente decide di utilizzare l’IPTV per seguire il mondo della TV a pagamento, dovrebbe cercare di capire la situazione per intero. Innanzitutto il servizio è illegale e pertanto ogni persona che lo utilizza, può finire nei guai con la legge, ma non è tutto.

Infatti, con un rapido esame di coscienza, ognuno di noi potrebbe facilmente capire che in questo modo vengono gettati alle ortiche tutti gli sforzi delle aziende. Sky, Premium, DAZN, Netflix e tutti gli altri lavorano sodo per elaborare contenuti e qualità da offrire al pubblico, i quali vengono rubati e ritrasmessi grazie all’IPTV. In questo modo i broadcaster perdono introiti e di certo in futuro avranno meno opportunità. (Per i migliori decoder Android in commercio su Amazon e molti altri codici sconto, ecco il nostro canale Telegram. Clicca qui per entrare).

Leggi anche:  IPTV: vedere Sky e Mediaset è semplice, ma secondo Le Iene gli utenti rischiano

 

IPTV: ora gli utenti possono rischiare grosso, ecco cosa sta succedendo

Nonostante Le Iene avessero avvisato ormai tempo addietro, gli utenti stanno continuando a usare il servizio. Quello che non sanno è che ora rischiano davvero grosso dato che le multe sono partite. 

Infatti sono previste sanzioni da 2000 fino a 25.000 euro per tutti coloro che dovessero esser beccati con le mani nel sacco. Inoltre il Parlamento ed il tribunale di Milano si stanno adoperando per chiudere altri portali dopo No Freeze IPTV, per cui presto si potrebbe arrivare ad un epilogo. Intanto gli utenti TIM, Wind, Fastweb, Tiscali e Vodafone non hanno più accesso proprio al noto portale appena nominato. Potrebbe essere dunque solo l’inizio.