Whatsapp a pagamentoE il premio per la fake news più replicata di sempre va agli utenti Whatsapp, unici protagonisti dell’ennesima bufala che sta facendo il giro dell’applicazione. Lo sviluppatore ha più volte confermato il fatto che la sua app è gratuita e sempre lo sarà. Nonostante questo i suoi utenti continuano ad essere impensieriti da messaggi che comunicano che il prossimo aggiornamento introduce Whatsapp a pagamento. Non è vero. Non solo è falso ma è anche molto pericoloso. Si passa dall’allarmismo alla truffa.

 

Truffa Whatsapp: non è a pagamento

L’app Whatsapp si è trasformata nell’incubo degli utenti mobile TIM, Vodafone e Wind 3 dopo l’ultima serie di truffe che ha portato via soldi ed informazioni personali dei malcapitati. Come in questa occasione il team Facebook non c’entra nulla. Il nuovo messaggio truffa che sta facendo il giro delle chat è la solita Catena di S. Antonio in apparenza innocua ma, col senno di poi, decisamente distruttiva.

Leggi anche:  Telegram schiaccia Whatsapp con una funzione che non si era mai vista

Si comunica che per usare l’app sarà necessario pagare un importo annuale. Per evitare questa spesa periodica si invita l’utente a versare la somma unica una tantum di 5€. Paghi una volta e ti togli il pensiero. Ma non è così. Finisci per perdere i tuoi soldi compilando il form raggiungibile dal link sospetto che è inviato tramite messaggio.

Si tratta di un raggiro in quanto l’app è ormai gratuita da 5 anni e, si spera, lo sarà per sempre. Hai ricevuto anche tu il medesimo messaggio? Fai attenzione e condividi questo post affinché i tuoi amici non cadano nel tranello degli hacker.