Le radiazioni emesse dallo smartphone possono essere molto pericolose per la salute delle persone. Soprattutto se si considera il prolungato utilizzo che ogni giorno se ne fa dello smartphone, essendo ormai quest’ultimo diventato uno strumento importante, se non addirittura indispensabile, all’interno della vita dell’uomo.

Anche se ad oggi nessuno studio ha scientificamente appurato che esista una reale correlazione tra l’esposizione alle radiazioni da smartphone e l’aumentata probabilità di un uomo di riscontrare il cancro (ciò è stato invece appurato su topi da laboratori) sarebbe comunque meglio cercare di adottare un approccio più prudente nei confronti di questi dispositivi.

Radiazioni smartphone pericolose: cosa fare per proteggersi

Esistono, infatti, dei consigli che se seguiti possono aiutare le persone ad esporsi meno alle radiazioni emesse dallo smartphone. In un recente articolo abbiamo parlato delle cinque cose da smettere da fare subito, ma ripassiamo velocemente le più importanti.

Anzitutto, il primo fondamentale consiglio da seguire consiste nel cercare di tenere il proprio dispositivo quanto più lontano possibile dal corpo. Ciò significa che sarebbe opportuno non deporre lo smartphone nelle tasche dei jeans o delle giacche, né dormire con il cellulare sotto al cuscino o sul comodino di fianco al letto. Inoltre, è consigliato l’utilizzo degli auricolari in fase di chiamata, così da evitare il diretto contatto dello smartphone con il proprio corpo, ma sconsigliato l’utilizzo degli auricolari wireless. Infine, dal momento in cui l’emissione delle radiazioni aumenta quando il segnale di copertura scarseggia, è bene evitare di effettuare chiamate o comunque di utilizzare lo smartphone quando si è in viaggio, poiché il segnale tenderà a cambiare spesso e talvolta potrebbe addirittura essere assente.

Leggi anche:  Smartphone e radiazioni: classifica aggiornata con i peggiori modelli 2019

Xiaomi, Apple e OnePlus nella lista degli smartphone più pericolosi

Seguire questi consigli è importante soprattutto se si è in possesso di un dispositivo con un valore SAR molto alto. Per chi non lo sappia, con valore SAR si intende il numero che misura la velocità con cui, entro un determinato lasso di tempo, il nostro corpo assorbe l’energia quando esposta alle onde radio. In Europa, il valore SAR massimo consentito è di 2W/Kg, per cui tanto più questo valore è alto, tanto più lo smartphone è pericoloso. Ad avere un valore SAR piuttosto alto sono alcuni dispositivi Xiaomi, Apple e OnePlus. Per quanto riguarda casa Xiaomi, si segnalano i modelli A1 (1,75) e A2 (0,963); passando ad Apple, invece, molto pericolosi sono l’iPhone 7 (1,37), iPhone 8 (1,35), iPhone XS e XS Max (0,99); infine, hanno un valore SAR molto alto anche il OnePlus 5T (1,68) e OnePlus 6 (1,33).