robot
Un robot autonomo adibito per la consegna di cibo express è esploso in fiamme su una passerella di Berkeley, in California, come riportato da The Daily Californian. Kiwi, la startup che produce e gestisce la potente flotta di robot, ha rilasciato una dichiarazione per dire che l’incendio è stato rapidamente estinto da un passante prima che arrivassero i vigili del fuoco della città. Nessuno è stato danneggiato a causa dell’incidente.

Kiwi ha sospeso il suo servizio fin quando non sarà stato in grado di completare la sua indagine. L’azienda crede che l’incendio è stato causato da un errore umano, presupponendo che fosse stata inserita una batteria difettosa, che viene posizionata nel robot manualmente di solito. La batteria si sarà gonfiata, portando il macchinario a temperature troppo alte, quasi lo stesso problema che provocò il Samsung Galaxy Note 7. Kiwi afferma che un nuovo software “monitorerà rigorosamente lo stato di ogni batteria” per evitare che qualcosa di simile possa ripetersi.

 

Come funziona la procedura

I KiwiBots sono attualmente disponibili solo a Berkeley e sono progettati per gestire le consegne in un raggio di 300 metri. Il processo di consegna del Kiwi costa 3,80 dollari ed è caratterizzato da tre passaggi fondamentali. Prima un robot trasporta un ordine di cibo dal bancone di un ristorante alla strada, dove viene poi raccolto da un corriere su un triciclo. Questo corriere quindi porta la consegna del cibo a poche centinaia di metri dalla sua destinazione, prima che un KiwiBot venga usato per portarlo direttamente alla porta di una persona. Il servizio è stato lanciato nel 2017 e, a partire da maggio di quest’anno, ha realizzato oltre 10.000 consegne con un tempo medio di consegna di 27 minuti, secondo l’azienda.