google

Google Duplex, il servizio automatico che consente alle aziende di effettuare prenotazioni a tuo nome, è stato presentato in modo “limitato“, riporta VentureBeat. In una dichiarazione, Google ha dichiarato che sta avviando il suo “lancio” del servizio, che è ora disponibile per un “piccolo gruppo” di proprietari di telefoni Google Pixel in “città selezionate“. Oltre a espandere la sua disponibilità con gli utenti, il servizio può anche chiamare ristoranti a cui Google non ha esplicitamente collaborato.

Come questa affermazione implica, il servizio è stato lanciato in uno stato molto limitato, anche rispetto a quello che la società ha dimostrato sul palco quando ha annunciato il servizio per la prima volta. Per ora, gli utenti saranno in grado di accedere al servizio per le prenotazioni dei ristoranti (quindi non sono ancora disponibili appuntamenti programmati per altri negozi o botteghe), e alcuni ristoranti non saranno disponibili per motivi non del tutto chiari. I telefoni Pixel hanno ottenuto il supporto solo ora, il che significa che non ci sono display intelligenti o altri telefoni, e l’Assistente Google effettuerà solo chiamate in inglese nelle città che Google ha specificamente selezionato per la versione di prova. Non è chiaro quanto tempo impiegherà il servizio per superare ognuna di queste limitazioni, ma dal momento che Google sta registrando tutte le sue attuali chiamate duplex, è probabile che raccolga molti dati importanti sull’utilizzo ora che è iniziata la distribuzione.

Leggi anche:  Google abbandona definitvamente Android Ice Cream Sandwich

 

Come funziona questa nuova tecnologia

Google Duplex ha dato la possibilità dunque di mostrarci come il servizio funziona effettivamente. L’opzione per fare in modo che l’assistente di Google effettui la chiamata può essere generalmente richiesta per “effettuare una prenotazione” oppure si può trovare un ristorante specifico e richiedere un tavolo da lì. Si verifica quindi una rapida conversazione con lAI di Google in cui vengono forniti dettagli quali dimensioni, data, ora e numero di telefono di backup. Quindi, una volta effettuata la prenotazione, questa viene trasferita nell’elenco “Le mie prenotazioni” insieme ad altri appuntamenti estratti dalle email o aggiunti manualmente dal calendario.

Google deve ancora confermare quando il servizio potrebbe diventare accessibile a tutti.