Samsung Galaxy S7 Android Oreo
Samsung continua spedita ad aggiornare i suoi smartphone più importanti e dopo Galaxy Note 9, Galaxy S9 e Galaxy S8 è il turno di Samsung Galaxy S7 che in queste ore ha iniziato a ricevere l’aggiornamento software che migliora la sicurezza del sistema operativo dello smartphone grazie alle ultime patch Android.

Nello specifico si tratta dell’aggiornamento software versione XXS3ERJ2 che come riporta lo striminzito changelog ufficiale, migliora la sicurezza introducendo le patch sviluppate da Google e datate ottobre 2018. Queste patch, come più volte abbiamo specificato nei nostri articoli dedicati agli aggiornamenti, sono di fondamentale importanza.

Google ha risolto oltre 20 falle nel proprio sistema operativo che riguardavano diverse sezioni di Android e tutte quante con un’elevata criticità. Aggiornare, e quindi installare le patch di ottobre, vuol dire mettere a sicuro i propri dati sensibili contenuti all’interno di Samsung Galaxy S7.

Come per tutti gli altri aggiornamenti software, non è escluso che gli sviluppatori del produttore coreano possano aver affinato il funzionamento e la stabilità della propria interfaccia utente. Infine, potrebbero essere stati risolti dei bug e dei malfunzionamenti minori.

Leggi anche:  Samsung: ecco il nuovo Galaxy Book 2, prestazioni e versatilità per il laptop 2 in 1

 

Samsung Galaxy S7, come installare l’aggiornamento con le patch di ottobre 2018

L’aggiornamento versione XXS3ERJ2 è in distribuzione per tutti i Samsung Galaxy S7 No-Brand venduti in Europa. Lo stesso aggiornamento, con lo stesso numero di versione, dovrebbe essere rilasciato nei prossimi giorni anche per la versione Edge dello smartphone.

In entrambi i casi, una volta disponibile per il mercato italiano, sarà il Galaxy S7 a notificare in automatico la presenza di una nuova versione software. Altrimenti, è possibile forzare manualmente la ricerca accedendo alle impostazioni di sistema. Una volta trovato l’aggiornamento, accettate le novità e procedete con il download.

La procedura non durerà molto così come l’installazione vera e propria per la quale però vi consigliamo di procedere con lo smartphone connesso alla rete elettrica. L’installazione inoltre non elimina alcun dato personale ma se proprio lo desiderate, potete eseguire un backup dei dati personali più importanti.