wind, tre, vodafone, tim call centerIl fenomeno delle Truffe Telefoniche è una tematiche in continua espansione. Espansione non solo dal punto di vista numerico ma, soprattutto, dal punto di vista delle Modalità. La truffa riportata in questo articolo è nuova di zecca e deriva direttamente dalla “regia” del call center.

I protagonisti di questa nuova truffa sono due soggetti i quali si accordano al fine di commettere una truffa ai danni di un malcapitato. Fino a qui è un qualcosa già visto ed affrontato.

In realtà la novità vera e propria va rilevata all’interno della modalità con la quale viene commessa la truffa. Infatti  i due soggetti si fingono essere due operatori di due diverse compagnie telefoniche (sia esse Tim, Wind-Tre, Vodafone).

Tim, Wind, Tre e Vodafone reclutano aziende di call center “furbe”

A questo punto vengono individuati i malcapitati.  Il primo operatore contatta i malcapitati informandoli di fittizi aumenti delle tariffe ed invogliando loro ad un brusco cambiamento della compagnia telefonica e ad un recesso dal contratto il quale, se anticipato, comporterebbe una mora da parte del soggetto che intende recedere. Il tutto facendo leva su offerte che, convenzionalmente, non rientrano tra quelle presenti nel catalogo delle compagnie telefoniche.

Leggi anche:  Passa a Wind: il trucco per ricevere 50 o 30 giga in 4G a 6 euro

In un secondo momento, molto spesso a cavallo di pochi minuti, il secondo operatore (che, ricordiamo, finge di appartenere ad un’altra compagnia telefonica) contatta il malcapitato proponendogli offerte più economiche in termini di prezzo. Il malcapitato, a fronte di un precedente aumento della tariffa e ad una successiva ed economica proposta, ritiene inconsciamente di aver concluso un buon affare.

In realtà queste offerte (costose e economiche) non esistono e non sono altro che un meccanismo, questa volta ben organizzato e convincente, per trarre in inganno i soggetti sfortunati i quali ritengono inconsciamente di avere delle agevolazioni in termini di costi del servizio e di un eventuale costo sul prodotto. In altri termini, in situazioni come queste, sempre meglio attenersi alle proposte promozionali e tariffarie ufficiali presenti su cataloghi cartacei o digitali.