Huawei, al lavoro per sostituire Android
Huawei ha appena presentato il suo nuovo fiore all’occhiello, Honor Play uno smartphone a che nonostante il brand Honor integra tutta una serie di funzioni interessanti che promettono di rivoluzionare il mercato degli smartphone. Stiamo parlano di GPU Turbo, che potenzia in un attimo l’elaborazione grafica, e del 4D gaming.

LEGGI ANCHE: Huawei accusata insieme a Facebook di rubare i dati degli utenti, nuovo scandalo

Uno smartphone che dimostra l’impegno di Huawei nel voler fare sempre meglio. E il 2018 sarà un anno importantissimo per l’azienda cinese che si è data un obiettivo importante. L’amministratore delegato Yu Chengdong ha affermato di voler raggiungere i 200 milioni di dispositivi Huawei spediti nel 2018.

 

Huawei e Honor, due brand un’unica azienda che vuole superare Samsung ed Apple

Nel 2017, Huawei ha spedito 153 milioni di smartphone in tutto il mondo ma il produttore cinese ha tutte le carte in regola per sorpassare questo risultato. Naturalmente, questo obiettivo non riguarda solo Huawei ma anche il marchio Honor che sta andando piuttosto bene.

Secondo Mr. Yu, dal 2010 al 2017 il volume delle vendite del produttore è aumentato di 51 volte in 7 anni permettendo al brand di classificarsi al terzo posto nelle vendite globali e il primo nelle vendite in Cina. Prima di questo obiettivo, Yu Chengdong aveva dichiarato di voler superare più volte Apple e Samsung.

Leggi anche:  Huawei P Smart 2019, trapelano online le specifiche tecniche

E in effetti, ma solo in alcune occasioni e per poco tempo, Huawei ce l’ha fatta ma il sorpasso è avvenuto solo ai danni di Apple. Secondo Zhao Ming, presidente di Honor, il marchio dei nativi digitali ha preso di mira tanti mercati dell’Europa, dell’Asia Pacifico, del Medio Oriente e dell’Africa nello scorso anno.

E quest’anno, secondo il presidente, le vendite aumenteranno ancora raggiungendo nella seconda metà del 2018 un tasso di crescita del 150% o anche più alto. Questa rapida crescita di Honor, che riesce a guadagnarsi la fiducia degli appassionati nel giro di pochissimo, è uno dei punti di forza per raggiungere i 200 milioni di smartphone.