Utilizzare gli hashtag su Instagram

Il social network fotografico Instagram, negli ultimi anni ha regalato moltissime gioie a tutti gli utenti, da quando è stato acquisito da Facebook Inc ha aggiunto davvero moltissime novità.

Oggi vogliamo parlarvi degli hashtag, molto utilizzati soprattutto dai giovani. Gli hashtag permettono di rendere visibile il proprio post anche agli utenti che non vi seguono. Gli stessi utenti, visualizzeranno il vostro post, andando a cercare un determinato hashtag.

 

Instagram: quanti hashtag per un post perfetto?

Prima di tutto vogliamo ricordarvi che Instagram non permette di inserire un numero illimitato di hashtag sotto foto e video. Gli asterischi concessi dal social network sono infatti 30, ma bisogna utilizzarli tutti quanti per far avere successo al nostro post? Certo che no.

Secondo vari tentativi, la lunghezza perfetta di un post comprende circa 140 caratteri e hashtag per un numero che non supera i 9. Vi ricordo che la lunghezza massima per un post pubblicizzato è di 125 caratteri. Ritornando agli hashtag, meglio mettere un numero di asterischi che va dai 5 ai 9, meglio se hanno massimo 24 caratteri l’uno.

Leggi anche:  Instagram potrebbe ricevere un aggiornamento che cambierà il feed degli utenti

Aggiungere tantissimi hashtag non aumenta la visibilità del post, anzi molto spesso si ottiene l’effetto contrario e il contenuto viene penalizzato dalla piattaforma. Meglio se gli hashtag siano in linea con la foto postata, esistono tante applicazioni e siti web che consigliano gli asterischi da mettere in base alla foto che volete postare. Ovviamente è il caso di sottolineare che, se postate una bella foto con qualche hashtag di pertinenza, gli utenti apprezzeranno sicuramente lo scatto. Al contrario invece, una foto fatta male o con la luca sbagliata, potrebbe anche contenere 30 hashtags che non riceverebbe la meritata attenzione.