Windows 10 crashWindows 10 April Update è partito decisamente male nonostante un ritardo che ha concesso il nuovo pacchetto in aggiornamento soltanto a partire dallo scorso 30 aprile 2018. In particolare vi sono dei problemi piuttosto importanti per quanto riguarda l’avvio dell’ambiente con certe marche di dischi SSD.

 

Windows 10 non funziona con questi SSD

Microsoft ha fatto un vero e proprio scivolone che sta costringendo parecchi utenti a meditare un roll-back del sistema operativo per il ritorno all’apprezzato Fall Creators Update cui si giunge nuovamente attraverso l’apposita procedura passo-passo.

A questi debilitanti problemi si sommano poi quelli di incompatibilità con i dischi a stato solido Intel che conducono a riavvii alla schermata UEFI o ripetuti crash di sistema. così come testimoniato in via del tutto diretta dai feedback dei primi utilizzatori che si sono apprestati ad aggiornare i propri sistemi.

Leggi anche:  Windows 10 si mette a dieta: arriva la versione Lite dell'OS

Per il momento si tratta di un fenomeno comune ma comunque circoscritto a modelli ben specifici che rispecchiano le unità SSD 600p e SSD Pro 6000p verso cui gli update risultano al momento bloccati al download ed all’installazione.

Dal canto suo Microsoft stessa consiglia di effettuare un downgrade del sistema alla versione precedente nell’attesa che i manifestati problemi vengano colmati a fronte di un’opportuna patch correttiva che provveda a risolvere anche eventuali cali prestazionali e problemi di stabilità.