Tamagotchi Forever disponibile su iOS e Android il gioco più famoso degli anni 90Proprio così, finalmente i Tamagotchi si potranno scaricare sia su iOS che su Android e proprio come prima si potrà coccolare, viziare e accudire il nostro animaletto virtuale.

Il gioco che la Namco Bandai mise in vendita negli anni novanta e che è resto diventato un cult, riuscendo a incollare una miriade di persone a un piccolo schermo in bianco e nero ben prima dell’arrivo degli smartphone e di Candy Crush, è di nuovo fra noi. Stiamo parlando del Tamagotchi, quel piccolo gadget che sembrava un portachiavi e che ci permetteva di accudire un tenerissimo mostriciattolo durante tutto l’arco delle nostre giornate.

Piccolo alieno, animaletto o mostrillo, l’unica cosa che sapevamo è che aveva bisogno di noi per crescere, nutrire e sopravvivere… il più a lungo possibile. E diciamocelo, a volte non era facile, ma che soddisfazioni! Dovevamo stare attenti a offrigli tutto quello che era necessario per lui, al momento giusto, e guai a dimenticarsene, ma dopo poco tempo già gli volevamo un gran bene. Non diteci che non era così, non fate finta di non ricordare!

Ebbene adesso non c’è più bisogno di affidarsi ai ricordi (neanche a quelli sofferti dei tanti cuccioli di Tamagochi che non ce l’hanno fatta a sopravvivere alle cure di noi adolescenti imbranati e piccoli genitori disgraziati) perché finalmente il gioco sbarca sui nostri smartphone!

Tamagotchi Forever disponibile su iOS e Android il gioco più famoso degli anni 90

È disponibile sia per sistemi operativi iOS e Android, in modo che possa davvero essere tutti i giorni con noi! Dal portachiavi appeso allo zaino, i Tamagochi si intrufolano adesso nelle nostre tasche di adulti non cresciuti e in quelle dei più giovani che non avevano fatto in tempo a conoscerli. E senza tralasciare i tablet, per i piccoli mostri che gradiscono casette più ampie.

Leggi anche:  Skype per Android si aggiorna: arriva la possibilità di registrare le chiamate e non solo

Il funzionamento dell’app resta praticamente invariato: vent’anni sono passati ma è come non sentirli. L’animaletto andrà nutrito e soprattutto divertito con i famosissimi mini game che gli permettono di evolversi, ma potrà anche essere personalizzato nella sua apparenza, vestendolo con diverse mise e fornendolo di piccoli oggetti.

Cambia ovviamente la grafica, decisamente più accattivante e al passo con i nostri tempi saturi di dettaglio e colore, ma con un occhio di riguardo per la sintesi e la semplicità che caratterizzava i piccoli giochi virtuali della nostra infanzia, sempre in grado di trasmettere moltissimo utilizzando il pochissimo che avevamo a disposizione.

Altre novità riguarderanno in generale le modalità di interazione utente-pet, e ci sarà anche una piccola cittadina in cui i mostriciattoli (o almeno i fortunati che sopravviveranno) potranno vivere insieme, e altro ancora.: è Tamatown, e noi non vediamo l’ira di esplorarla.

Insomma, gli appassionati possono gioire, perché il primo gioco mobile free-to-play è di nuovo fra noi, ed è pronto a restare. E chi ne ha solo sentito parlare non ha altro che da tirare fuori il suo cellulare e lasciarsi catturare. Ma vi conviene prendere ferie domani, poi non dite che non vi avevamo avvertito!

E per i più tecnologici, con questa versione inedita dei Tamagochi sarà anche disponibile una chicca in realtà aumentata: basterà utilizzare il kit ARKit per Apple e ARCore per Google. Ecco i link per scaricare l’app Tamagotchi My Forever per iOS e per Android