whatsapp

E’ sempre opportuno tenere a bada la propria privacy su WhatsApp. Anche se non sembra, sulla piattaforma di messaggistica più sviluppata al mondo ogni minuto si corrono i più svariati pericoli. Per questo motivo, specialmente se riceviamo strane tipologie di messaggi (spam o catene di Sant’Antonio), è opportuno proteggersi il più possibile.

Alzare il livello di privacy su WhatsApp

Per fortuna il sistema interno ci offre ottimi strumenti per nascondere le nostre informazioni riservate. Nel menù “Impostazioni” è presente la voce “Privacy“. In questa sezione di WhatsApp, sarà possibile scegliere di nascondere alcuni dati rilevanti: ultimo accesso, foto profilo e stato.

Gli utenti potranno decidere di nascondere questi a tutti i numeri della propria rubrica (soluzione estrema per chi è patito per la privacy) oppure se rendere visibili questi solo ai contatti della rubrica.

Leggi anche:  Whatsapp: utenti in festa per l'arrivo di una nuova funzione riservata

La seconda soluzione è consigliata al vasto pubblico. Eliminando la visione pubblica dei nostri dati, saremo in grado di selezionare la platea che visionerà le informazioni sensibili.

L’importanza dell’immagine profilo

Molta attenzione è necessario fare per quanto concerne l’immagine del profilo. Sempre con più frequenza su WhatsApp le immagini del profilo vengono “rubate” da malintenzionati di vario genere. L’obiettivo di queste persone è quello di creare finti contatti spendibili per lo spam o, peggio ancora, per diverse tipologie di minacce via web.