ps4

Sony ha annunciato a tutto il pubblico la nascita della PlayStation 4, una nuova versione, dopo 12 anni e a fronte di quasi 105 milioni di unità vendute.

L’evento, che si è tenuto nella città statunitense (New York) mentre in Italia era da poco passata l’una di notte, ha trovato un prodotto profondamente rinnovato, che nelle intenzioni del colosso giapponese dovrà e potrà affrontare la concorrenza dei nuovi sistemi di giochi, sempre più disponibili come “app” su telefoni cellulari e tablet e sempre di meno, quelli legati alle console.

«Un vero ecosistema dell’intrattenimento» è quello che l’azienda ha in mente per il futuro di Play Station, che si arricchisce non solo di un nuovo e più preciso controller, capace di captare e seguire i movimenti attraverso il “motion control”, ma soprattutto della possibilità di giocare attraverso internet, permettendo la condivisione di tutti le proprie performance al joystick e “passare” fisicamente il controllo dell’azione di gioco a chi si vuole.

In ogni caso, la prestazione è rimasta ancora un mistero, e si è chiusa con un’immagine del controller per la console. Tutte le altre immagini, così come alcuni dettagli tecnici, (sapendo che la PS4 monterà un processore X86 e un hard disk da 8 Gb) saranno resi noti a partire dai prossimi giorni e fino alla fine dell’anno, quando il prodotto arriverà sul mercato, un prezzo indicativo di 430 dollari, poco più di 300 euro.

Se servirà a risollevare le sorti di Sony, che con PlayStation 3 non era riuscita a sfidare concretamente la Xbox di Microsoft, solo i dati sulle vendite nel 2014 potranno dirlo.

Vincenzo
Sono uno studente di Economia, classe 1988. Da sempre sono appassionato di tecnologia e in particolar modo sono un fan di Android. Il mio primo Smartphone Android è stato il Sony Xperia P, dal giorno in cui ho avuto questo dispositivo tra le mani sono rimasto estasiato dalla miniera di risorse offerta da Android ed è per questo che seguo sempre da vicino le vicende riguardanti il mondo di Android. Mi cimento a capire e a sfruttare le innumerevoli risorse che il mio Smartphone mi offre. Inoltre mi piace informarmi e tenermi aggiornato su tutto ciò che riguarda la tecnologia in generale. Svolgo il ruolo di articolista/blogger dall’ Agosto 2012, prima di entrar a far parte di Tecnoandroid.it ho collaborato per altri siti sempre attinenti a questo tema. Mi piace dialogare con le persone e dare consigli su ciò che è l’elettronica in generale.