sergey_brin_google_glassQuando si prende la metropolitana nel tran-tran quotidiano, di certo non ci si aspetta di incontrare, seduto con nonchalance, Sergey Brin coi rivoluzionari Google Glass sul naso!

Sicuramente sarà stato uno stupore ritrovarsi, in metropolitana, seduto di fronte Sergey Brin, il CEO Google con in mano una busta di plastica ed indosso gli innovativi Google Glass che tanto fremore stanno alimentando per la loro rivoluzionaria componente tecnologica. Incontrato sul treno numero 3 nella serata di ieri, domenica, Brin è stato immediatamente paparazzato!

Questo perchè i Google Glass di certo non sono un oggetto che capita di vedere tutti i giorni in metropolitana (come d’altronde, neanche chi li indossava!), e d’altra parte stanno ormai diventando conosciuti dappertutto perchè rappresentano un prodotto sicuramente rivoluzionario!

Google Glass, sono infatti degli occhiali per la realtà aumentata, che si stanno palesando sempre di più tra il pubblico. Essi infatti,  fine mese ed all’inizio di febbraio nei due importanti eventi organizzati da Google, a San Francisco e New York (28 e 29 gennaio, 1 e 2 febbraio) verranno consegnati quali primi esemplari nelle mani degli sviluppatori interessati.

Pare probabile allora pensare che Brin abbia approfittato di questo momento di fervore per smuovere ulteriormente le acque, con questa uscita pubblica coi suoi brillanti Google Glass.

Mentre a noi, poveri mortali, toccherà aspettare come minimo il 2014 per poterli anche solo ammirare più da vicino.

 

Avatar
“Nata a Parma il 18 Settembre 1991, da piccola passavo pomeriggi interi spiando mio cugino, da dietro le spalle, mentre giocava a Nintendo e Play Station. Crescendo, son passata ad avere io il joystick in pugno, e a picchiare duro a Tekken! ;) Appassionata dalla tecnologia in generale, dopo aver spolpato il mio vecchio telefono Bada, sono definitivamente passata ad Android, grazie al mio geek-fidanzato che mi ha trasmesso il pallino del Galaxy Nexus, ora inseparabile. Dalla fusione tra passione per la tecnologia e per la scrittura, nasce la mia collaborazione per TecnoAndroid.”