Apple quest’anno ha rilasciato 3 modelli di iPhone, come tutti sappiamo, e come ha intenzione di fare l’anno prossimo. Nonostante questo aveva puntano maggiormente sull’iPhone X anziché sugli altri due, ma facendo qualche errore.

I numeri

Lo smartphone dell’anniversario ha registrato il 30% delle vendite totali secondo un rapporto redatto dal CIRP (Consumer Intelligence Research Partners). I due fratelli invece hanno venduto insieme il 40%, con l’8 che ha raggiunt0 il 23% e l’8 Plus il 17%.

Un altro dato interessante è la percentuale delle vendite dei modelli dell’anno scorso, gli iPhone 7 e 7 Plus, che insieme hanno preso il 20% del mercato. La restante fetta rimane praticamente tutti dei modelli più vecchi come l’iPhone 6.

Con l’iPhone X sono stati fatti degli errori di pianificazione. Sono stati prodotti meno dispositivi di quanto ci si aspettava non arrivando a soddisfare la domanda del prodotto. Si calcola che Apple abbia spostato 35 milioni di pezzi, 10 milioni in meno di quanto era programmato.

Leggi anche:  Xiaomi non si stanca di macinare record su record e torna tra i primi 5 produttori mondiali

Questo punto però va in contrasto con chi afferma che le minor vendite del dispositivo rispetto all’iniziale previsione è dovuto alla scarsa innovazione che portava in fatto di tecnologia e al prezzo eccessivamente elevato.

Per i dispositivi vecchi invece le vendite vanno ancora bene per via della politica della compagnia di scontare i dispositivi vecchi.

Tutti questi dati sono stati rilasciati dalla CIRP, come già detto, e non da Apple, ma difficilmente possono allontanarsi tanto dalla realtà dei fatti.