Whatsapp novità, sospensione, e chiusura

Nel corso di questo 2017 WhatsApp ci ha deliziato con grandi aggiornamenti che hanno portato la chat a dotarsi di nuove funzioni. In questi mesi abbiamo accolto le “storie” stile Instagram e Snapchat, le videochiamate, la cancellazione dei messaggi dopo sette minuti e gli account Business.

WhatsApp e le nuove note vocali

In ordine temporale, l’ultimo upgrade di WhatsApp ha portato in dote un’ennesima feature riguardante gli oramai celebri messaggi vocali. La chat ha pensato ad una nuova tecnica per la registrazione delle note vocali. Se prima in una conversazione era indispensabile tenere premuto il logo del microfono in basso a destra, ora si può decidere di registrare senza premere alcun tasto.

Un aggiornamento del genere ha favorito coloro che utilizzano questo strumento in maniera costante. C’è però una fascia di pubblico che ha apprezzato poco l’upgrade. Su internet, in queste ore, si stanno moltiplicando le proteste di una grande fetta di utenza.

Costoro si lamentano del fatto che, attraverso il nuovo sistema di registrazione, le note vocali siano divenute centrali per la piattaforma. In particolar modo, la funzione sta provocando registrazioni sempre più lunghe in termini di minutaggio: i destinatari sono costretti ad ascoltare per minuti interi la voce del mittente!

La protesta degli utenti

In altri termini, una buona parte del pubblico WhatsApp sta denunciando la trasformazione della chat: da piazza in cui si privilegiavano le parole, il servizio si sta sempre più snaturando verso altri tipi di comunicazione.