donne-smartphone.jpg

Gli smartphone da qualche anno sono entrati in maniera decisa nella nostra vita, tanto che per molti il cellulare può essere considerato una vera e propria estensione del proprio corpo, un must have da cui non bisogna mai staccarsi. Per questo motivo, i dispositivi mobili sono diventati fonte di studio, da parte di sociologi ed analisti impegnati ad comprendere il rapporto tra psiche umana ed utilizzo del telefono.

Gli ultimi risultati, provenienti dalla Binghamton University – State University di New York, segnalano una novità in termine assoluto riguardo il rapporto razza umana – tecnologia moderna. Secondo i ricercatori, infatti, sono le donne più degli uomini a soffrire una vera e propria patologia verso gli smartphone. Il gentil sesso è quello che non riusce proprio a fare a meno del proprio cellulare, in ogni contesto sociale.

L’analisi è stata svolta su un campione di 182 individui, divisi in categorie a seconda delle risposte emerse da un questionario soggettivo. Le persone sono state catalogate in riflessive (quelle più distaccate rispetto ai device), regolari, altamente coinvolte, fanatiche e dipendenti. I “fanatici” ed i “dipendenti” sono coloro che soffrono maggiormente l’assenza del proprio smartphone e sono anche coloro che manifestano problemi psichici e sociali maggiori rispetto agli altri.

Le ultime due categorie sono state quelle in cui la presenza femminile è emersa in maniera superiore rispetto a quella maschile, a conferma della tesi dei ricercatori.

Voi, ragazze e donne che siete in lettura, credete in questo studio o pensiate che dinanzi alla “crisi da smartphone” non vi sia diversità di genere?