L’iconico logo dell’app di messaggistica istantanea


Google Allo
, l’applicazione di messaggistica istantanea del colosso di Mountain View, sembra essere affetta da un grave problema legato alla privacy, causato essenzialmente dalla presenza di Assistant, l’assistente vocale di Big G. Scopriamo insieme tutti i dettagli a riguardo.

Come ricorderete, nei Paesi in cui Google Assistant è disponibile, può essere inserito direttamente nelle chat di Allo. Il problema è saltato fuori ad un utente, che ha visto condividere dall’assistente tutta la propria cronologia delle ricerche online, diventata dunque consultabile anche dagli amici con cui stava chattando.

Questo ha fatto partire un’indagine da parte di una società di sicurezza informatica, che di fatto ha riscontrato questo bug in Google Allo. Ma non è tutto, perchè Assistant non si è limitato a condividere la cronologia delle ricerche online, ma ha anche condiviso la posizione di lavoro dell’utente.

Una situazione dunque molto complessa, che ha di fatto messo in evidenza una falla strutturale di Google Allo, che potrebbe anche comprometterne il destino sul mercato. Considerando infatti lo scarso successo di questa applicazione di messaggistica istantanea, non è escluso che questo possa rappresentare il colpo di grazie, spingendo Big G a rimuoverla totalmente dal Play Store.

Per adesso non ci sono comunicati ufficiali da parte di Google. Staremo a vedere quali saranno i provvedimenti dell’azienda di Mountain View.