flop tecnologici

Nel lontano Gennaio del 2007 Microsoft lanciava con tutte le speranze del caso il suo nuovo sistema operativo Windows Vista che, nell’immaginario comune ed in quello di Bill Gates, doveva sostituire il fortunatissimo Windows XP. Sappiamo benissimo come è andata poi la storia: un disastro totale tra aggiornamenti di sicurezza insufficienti, bug rilevanti e funzionalità peggiorate rispetto al suo predecessore.

A dieci anni di distanza possiamo ufficialmente affermare che quest’esperienza è conclusa perché Microsoft ha da poco fatto sapere che smetterà di aggiornare dal prossimo Aprile il sistema operativo, lasciandolo lentamente cadere verso la morte proprio come fatto con Windows XP.

Attualmente Vista è installato ancora (ed “ancora” lo si può dire con tono ironico) sul 2% dei dispositivi desktop dotati di OS prodotto da Microsoft. La fine degli aggiornamenti di sicurezza consentirà ancora l’utilizzo a tutti gli utenti facenti parte di questo 2%, ma aumenteranno di pari passo i rischi di incappare in bug o malfunzionalità che non saranno pià corrette dalla casa madre.

Leggi anche:  Microsoft, il Surface Pro LTE Advanced in vendita da dicembre: configurazioni e prezzi

Per questo motivo, la società californiana invita tutti i suoi clienti che ancora usufruiscono di Windows Vista a concludere l’esperienza per riversarsi su un OS più recente ed aggiornato. Anche noi, se siete sfortunatamente in questo 2%, consigliamo di abbandonare definitivamente Vista. Per fortuna, Microsoft dopo questo grande flop, è ritornata a costruire buoni prodotti ed oggi Windows 7, 8 e 10 rappresentano soluzioni ideali per utilizzare sistemi desktop.