Play Store
Play Store: alcune app potrebbero essere penalizzate da Google

Google dichiara “guerra” alle app del Play Store che mettono a serio repentaglio la privacy degli utenti. Big G nelle scorse ore ha iniziato ad inoltrare alcuni avvisi a scopo informativo ai Developers. In questi avvisi il colosso di Mountain View ha specificato che le app che non rispetteranno la policy sulla privacy verranno penalizzate fortemente. In che modo?

Come riportato dai nostri colleghi di The Next Web, Google “limiterà la visibilità” delle app che non aderiscono pienamente alle politiche sulla privacy attualmente in vigore. Nella peggiore delle ipotesi gli sviluppatori “trasgressori” potrebbero addirittura assistere alla rimozione delle proprie app dallo Store.

Tutti gli sviluppatori che hanno ricevuto l’avviso da parte di Google hanno tempo fino al 15 marzo prossimo per modificare le proprie app in modo tale che siano in armonia con le attuali policy sulla privacy stabilite ai piani alti della società di Mountain View. In alternativa gli sviluppatori potranno molto più semplicemente eliminare del tutto la richiesta di utilizzo dei dati personali dell’utente, in tal modo non saranno obbligati a gestirli e di conseguenza a tutelarli (dato che i dati non verranno raccolti affatto).

Il Google Play Store negli ultimi anni è stato protagonista di numerose vicende inerenti la violazione della privacy degli utenti. Con molta probabilità Google vuole dare una bella ripulita al suo negozio di app migliorandone nello stesso tempo la sicurezza. Gli utenti sicuramente saranno felici di poter disporre di uno Store più sicuro.