Play Store

Buone notizie per tutti gli utenti Android. Negli ultimi anni la sicurezza riguardante le app scaricabili dal marketplace ufficiale Google Play è aumentata visibilmente e sono drasticamente calati i bug e le falle che si nascondevano dentro gli elementi presenti su smartphone e tablet. E’ questo il resoconto di un’analisi presentata direttamente da Google.

La svolta per favorire una migliore funzione delle app è stata l’adozione del programma ASI (App Security Improvement), introdotta da Google nel 2014 proprio per migliorare il funzionamento delle componenti scaricabili. Grazie a questo programma, gli sviluppatori sono stati in grado di analizzare le proprie creazioni ed in caso di anomalie, aggiornarle prontamente senza dare ulteriori fastidi agli utenti. Il programma ASI, secondo i dati di Google, è stato indispensabile per circa 90mila sviluppatori al fine di produrre circa 250mila aggiornamenti.

Il miglioramento della sicurezza delle app è uno degli step fondamentali per equiparare il sistema Android a quello di casa Apple, storicamente più stabile e meno avvezzo a bug o falle interne. Per questo motivo, da Mountain View proprio grazie alla lettura di questi dati si dicono estremamente entusiasti e fiduciosi per un futuro ancora più radioso in cui i dati rilevino una sicurezza uguale se non anche maggiore rispetto ad iOS.